Swiss Color MB

Pigmenti MB per Microblading

Swiss Color ha da sempre sposato una politica di qualità e sicurezza e si è avvalsa delle più avanzate tecnologie per produrre pigmenti capaci di soddisfare qualsiasi esigenza del micropigmentista moderno. Anche nel Microblading Swiss Color ha realizzato dei pigmenti perfetti per questa tecnica, che avessero una eccellente resa e che garantissero la massima sicurezza. I pigmenti di qualità farmaceutica Swiss Color MB sono studiati e prodotti in Svizzera con le più avanzate tecnologie e seguendo le più rigide normative europee e svizzere. Unici al mondo a non contenere alcuna traccia di metalli pesanti, Ossidi di Ferro ed altre sostanze potenzialmente nocive alla salute, i nostri pigmenti sono la scelta più adeguata e rappresentano l’eccellenza qualità, resa e sicurezza.

Le polveri di pigmento utilizzate sono altamente selezionate per qualità e dimensione, infatti ogni particella deve essere inferiore a 2 micron per poter essere utilizzata. Questi pigmenti sono stati ideati per le diverse applicazioni in tutti i settori della micropigmentazione, incluso il Microblading con la nuova linea Swiss Color MB.

Pigmenti MB Organici

La produzione dei pigmenti Swiss Color MB

Ogni materiale utilizzato per la produzione dei pigmenti Swiss-color® MB è testato da laboratori indipendenti esterni, accreditati per verificare la presenza di eventuali impurità. Garantiamo che i nostri pigmenti contengono esclusivamente materie prime di elevata purezza e sono prodotti sotto vuoto, dispersi e sterilizzati con raggi gamma. Evitiamo scrupolosamente di aggiungere conservanti, per escludere vettori di allergia. Per garantire una qualità costante, lavoriamo con un sistema di garanzia della qualità = Sistema QS.

I nostri pigmenti Swiss-color MB sono testati costantemente per verificare la totale assenza delle sostanze sopra elencate che sono risultate essere cancerogene se introdotte nella pelle dell’uomo. Ogni ingrediente utilizzato nei nostri pigmenti è testato e deve essere privo d’impurità, conformemente alla Normativa Farmaceutica Svizzera sulle materie prime farmaceutiche del 2013.

Purtroppo, molti pigmenti venduti come Iron Oxyde Free (senza Ossidi di Ferro), in realtà ne contengono limitate percentuali, al di sotto dei limiti legali consentiti dalla Normativa, ma pur sempre contengono queste sostanze nocive.

Le Risoluzione ResAp (2003)2 e ResAp (2008)1 pubblicate dal Consiglio d’Europa, contengono tutti i limiti legali delle sostanze contaminanti che possono essere contenute nei pigmenti per trucco semipermanente, annoverando anche le sostanze vietate e le indicazioni per una corretta etichettatura dei prodotti. Un requisito fondamentale dettato dalla Normativa ResAp è che il pigmento non deve mettere mai in pericolo la salute della persona e dell’ambiente. Inoltre, il pigmento non deve contenere sostanze cancerogene, mutagene o riprodurre sostanze tossiche.

Con questa regolamentazione si sono stabiliti anche i limiti PAHs e dei metalli pesanti che possono essere contenuti nei pigmenti per micropigmentazione e per trucco semipermanente, proibendo anche l’uso di alcune Ammine Aromatiche (le Ammine sono composti organici contenenti azoto che si possono considerare come derivati dall’Ammoniaca.

In particolare la ResAp 2008(1) ha anche stabilito il limite della presenza di Nichel nei pigmenti, stabilendolo in ‘a partire dal minimo realizzabile’.

I pigmenti OS sono già prodotti seguendo le future Direttive e non vi è traccia di prodotti potenzialmente cancerogeni.

I pigmenti organici si dividono in sintetici e naturali. I pigmenti organici sintetici non contengono AZO e utilizzano materiali comuni con l’industria farmaceutica, mentre quelli naturali contengono spesso, sostanze di scarsa qualità ritenute responsabili di malattie oncologiche.

Le AZO sono sostanze presenti anche nelle vernici utilizzate in carrozzeria.

I pigmenti organici naturali invece sono prodotti con ingredienti derivati da sostanze animali o vegetali e possono causare molte allergie. Fortunatamente, questi pigmenti non sono molto usati nel trucco semipermanente e ancor meno sono usati nel mercato europeo, ma sono diffusi sono negli Stati Uniti e in Estremo Oriente.

I pigmenti sintetici organici risultano essere decisamente i più adatti al bio riassorbimento cellulare e risultano essere anche quelli più sicuri contro le allergie.

La loro scarsa diffusione è da attribuirsi al complesso e costoso procedimento produttivo ed alla necessità di utilizzare per la loro produzione, esclusivamente materie prime di grande qualità.

Sicurezza e qualità

I pigmenti Swiss Color sono conformi alle più recenti normative igienico-sanitarie europee, inclusa la Risoluzione ResAp 2008(1). Inoltre, seguono anche la più restrittiva regolamentazione svizzera che impone il divieto di utilizzo, anche in minime percentuali di Nichel, Ossido di Ferro e altri metalli pesanti, tra cui le pericolose PHA (Idrocarburi Policiclici Aromatici), e Ammine aromatiche NDELA (Nitrosamine, N-nitrosodiethanolamine).

Swiss-color è l’unica azienda a livello mondiale in grado di produrre pigmenti organici di natura sintetica che non contengono alcuna traccia di Ossidi di Ferro.

I nostri pigmenti Swiss-color MB sono testati costantemente per verificare la totale assenza delle sostanze sopra elencate che sono risultate essere cancerogene se introdotte nella pelle dell’uomo e non contengono traccia di Qualsiasi sostanza AZO, Metalli pesanti, Ammine aromatiche, Idrocarburi Policiclici Aromatici PAH, Nitrosodiethanolamine (NDELA), Coloranti azoici .

Come precedentemente descritto, la regolamentazione ResAp 2008(1) fornisce linea guida molto importanti per la produzione dei pigmenti per trucco permanente, ma come abbiamo anche visto, alcuni pigmenti definiti senza Nichel, possono in realtà contenerne delle dosi al di sotto del limite di tolleranza imposto dalla Normativa. Rimarchiamo che i pigmenti OS sono gli unici al mondo a non contenere traccia di questa sostanza.

L’allergia al Nichel può comparire anche dopo 10, 20 o 30 anni, non può mai sapersi.

Conformità e scheda di sicurezza MSDS

Ogni pigmento per micropigmentazione deve possedere una certificazione e una scheda tecnica (MSDS) disponibile per il cliente per ogni colore. La scheda MSDS deve contenere tutte le caratteristiche tecniche, gli ingredienti e i rischi valutati del prodotto. Ogni azienda che commercializza un pigmento dovrebbe disporre di questo documento e renderlo disponibile, su richiesta del cliente.

Per approfondimenti ti invitiamo a leggere un report dell’Istituto Superiore della Sanità (ISS):

In abbinamento ai nostri pigmenti

Miscele

E’ possibile miscelare tra loro solo pigmenti Swiss Color OS. Non è possibile miscelare i pigmenti MB con altre tipologie di pigmenti. Si consiglia di non miscelare più di tre colori.